6 agosto - Escursione a Uluru

Sveglia oggi con un po' più di calma, e ritrovo per la colazione alle 9. Il nostro ottimo albergo comprende una colazione a buffet degna del contesto, e noi ne approfittiamo come si deve. C'è un bellissimo sole e un filo di vento. La temperatura è piacevole, soprattutto se paragonata al freddo dei giorni scorsi.

L'ingresso nel parco di Uluru
L'ingresso nel parco di Uluru

Il nostro programma di oggi prevede una passeggiata intorno al monolite di Uluru, che si chiama appunto Uluru base walk. Si tratta di un tragitto circolare interamente pianeggiante, lungo circa 10 km, che percorre tutto il perimetro del “sasso”. Non c'è molta gente, ma in compenso ci sono tantissime mosche, piccoline e particolarmente fastidiose.
Effettivamente questa roccia che sembra sorgere dal nulla in mezzo al deserto è molto suggestiva, e si comprende come le popolazioni indigene locali potessero considerarla un luogo sacro. E questo effetto aumenta man mano che ci si avvicina; le pareti sono lisce e ripide, ed hanno un colore rosso molto particolare, che sembra quasi ferro arrugginito. In realtà Uluru non è particolarmente alto, ma visto dalla base ha un aspetto decisamente imponente.
I bambini protestano un po', ma alla fine camminano bene per tutto il percorso. Camminiamo 1h40m prima della sosta, dove mangiamo i panini che abbiamo comprato al supermercato. Un po' di riposo, e poi ancora 1h25m per ritornare al parcheggio. In totale una camminata di 3h5m. Non male!

L'itinerario
L'itinerario

Rientriamo in albergo che sono quasi le cinque. La temperatura si è un po' abbassata ed i nostri bambini mostrano un esempio di tutta la loro infinita saggezza (!!!) rinunciando spontaneamente (!!!) all'idea di fare il bagno in piscina. Meno male.
Solito relax, oggi molto gradito, cogliendo anche l'occasione per fare la prima lavatrice del viaggio.
Cena nello stesso posto di ieri, stavolta però mangiando meno bene.