27 agosto - Sydney

Eccoci arrivati all’ultimo giorno della nostra lunga vacanza.
Anche oggi, come ieri, colazione dai Bonos alle 9, sempre sulla terrazza con vista sulla baia di Bondi Beach. Alle 10 abbiamo il check-out dall’albergo.
Sfruttiamo l’ultima mezza giornata per un altro giretto turistico a Sydney. Andiamo in macchina dall’altra parte dell’Harbour Bridge, dove parcheggiamo per fare una piccola camminata. Prima sul ponte, fin verso la metà, dove il panorama è veramente molto bello, e ci offre la possibilità di vedere l’Opera House dalla parte opposta rispetto a quella che abbiamo visto l’altro giorno. Vedendolo da qui, escluderei proprio di andare fino in cima, le mie vertigini non la prenderebbero troppo bene!
Si va poi a fare un giretto nel quartiere di Kirribilli, dove riusciamo a perderci prima di arrivare sulla riva del mare, da dove si vede molto bene lo skyline della città. da queste parti ci sono delle case veramente spettacolari. Non deve costare poco abitare qui.
Ci fermiamo anche a mangiare qualcosa, e prima di andare a riprendere la macchina riusciamo a farci fare una foto da un ragazzo che vive qui ma che è di Santorini, e che forse potrebbe essere quella giusta per la copertina del nostro libro. Vedremo!
Puntata veloce al nostro Hotel Bondi per riprendere i bagagli, e poi si va verso l’aereoporto. Prima facciamo una sosta alla concessionaria Harley Davidson, dove però non troviamo un assortimento particolarmente ampio. Qualche maglietta la compriamo comunque.
Poi si va a riconsegnare la macchina. Questa volta non abbiamo fatto molti km, anche se in realtà in questo viaggio non ne abbiamo fatti proprio pochi!
Riassumendo:

Luogo Km
Melbourne 890
Ayers Rock 250
Darwin 1.020
Camper 2.130
Sydney 140
Totale 4.430

Sbrigate le formalità della riconsegna auto alla East Coast Car Rentals, una simpatica cicciottina ci carica sul pulmino e ci porta in aeroporto, dove arriviamo con largo anticipo verso le 17.
Aspettiamo il check-in che apre alle 18, salvo scoprire che nonostante siamo tra i primi i posti sono già assegnati, e che ci capitano non proprio i migliori: in fondo e in mezzo!
Poi io e Uccio ci imbarchiamo in una lunga coda allo sportello del Tax Refund per avere indietro qualche dollaro dei tanti spesi. Abbiamo davanti un bel numero di orientali con pacchi di scontrini. Si vede che deve essere conveniente anche per loro acquistare in Australia!
Bene, in un modo o nell’altro passano anche queste ultime ore sul suolo Australiano, e alle 21:30 puntuali il nostro aereo decolla per il lungo viaggio di ritorno.