8 agosto - Trasferimento a Darwin

Prima di tutto c'è da dire che oggi è il gran giorno del compleanno di Alessandro. Ben 12 anni!!! Yuppy! Happy birthday, dear Alex!
La Mariam peraltro si è premurata di dire alla Raffy che oggi deve essere buona con Alessandro perché oggi lui è il festeggiato. In cambio Ale ci ha poi letto un tema che ha scritto dedicato alla Mariam, che è semplicemente fantastico e che merita di essere ricordato.
Colazione alle otto e partenza per l'aereoporto alle nove. Timing perfetto! Per fortuna la riconsegna dell'auto è più veloce del ritiro, dato che è sufficiente lasciare la chiave in un apposita scatola. Meno male!
Niente volo diretto per Darwin, per cui abbiamo un primo volo ad Alice Springs, che dura meno di un'ora, e poi un secondo volo per Darwin, che dura un paio di ore. I bambini hanno sempre voluto rimanere vicini, e si sono parecchio divertiti. Almeno per oggi ho fatto promettere alla Mariam che non avrebbero litigato, dato che è il giorno della festa di Ale, ed ho avuto ampie assicurazioni in proposito. Vediamo!

Un po' annoiati in aereoporto
Un po' annoiati in aereoporto

La pacchia del bel fresco è già finita; a Darwin ci sono 32 gradi! La buona notizia è che all'aereoport troviamo ad aspettarci Elizabeth, che è arrivata un paio di ore prima direttametne da Melbourne. Farà 4 giorni di vacanza con noi, e questo ci fa molto piacere perchè è una ragazza veramente deliziosa.
L'autonoleggio questa volta è AVIS, ma la procedura prima di avere la nostra macchina è ugualmente lunga.
Alla fine abbiamo due fantastiche Holden, come quella di Uccio della volta precedente. La sua è grigia mentre la mia è di un colore di .... Elizabeth sta ancora ridendo!!!
Il nostro albergo, il Ridges Airport Resort, come dice il nome è proprio di fronte all'aereoporto. In pratica c'è solo da attraversare la strada. L'albergo è molto carino, anche se le stanze sono un po' spartane. Soprattutto c'è una bella piscina. Tempo 10 minuti e siamo già tutti in acqua. Quasi tutti; la Cris no perchè ha l'otite e la Raffy ni perchè ha freddo. Comunque ottimo bagno! Tra il caldo e la stanchezza dei due voli ci voleva proprio.
In serata si prendono le macchine e si va al Waterfront di Darwin. Un posto molto carino, con tanti localini e un sacco di gente in giro. Il clima in questo periodo è ideale, mentre d'estate pare che qui sia terribile, tra caldo che supera i 40 gradi, umidità praticamente del 100% e due mesi di monsoni. Da starci lontani!
I bambini sono piuttosto stanchi e nervosetti, ma riusciamo lo stesso a sopravvivere per la serata.

Si esce per cena!
Si esce per cena!

Per festeggiare il compleanno di Ale, Uccio ci offre una buona cena in uno dei localini della zona. In realtà cena ottima per chi ha mangiato il pesce, ma decisamente meno fortunata per chi ha optato per la carne, che pare fosse un po' troppo well done. A seguire ci siamo consolati con una ottima crepe; io una Banana Hot, un classico banana e nutella che piace sempre! Si torna in albergo che sembrano tutti moribondi, poi non si sa come succede che appena entrati in camera i due pargoletti immediatamente si rianimano e fanno la pace, e d'improvviso sembrano rianimati da nuova linfa vitale. Ma non stavano morendo di sonno? Misteri della tenera età!
La serata nella nostra camera comunque è stata ulteriormente movimentata dalla scoperta di un simpatico scarafaggione che gironzolava per la stanza. Scoperto, il vile si è rifugiato sotto il frigorifero; ogni tanto faceva delle piccole sortite fuori, ma poi subito si rintanava al sicuro. Panico tra gli abitanti della camera! La Cris non si perde d'animo e chiama la reception, lamentando la sgradita presenza di un beatle nella camera.
Dopo un po' è venuto su un tizio armato di un potente straccio, il quale dopo un po' è riuscito a stanare la bestiaccia, facendola andare però sotto la mia valigia. Non si è perso d'animo ed ha sollevato impavido la valigia, la quale era però aperta e così è volato fuori tutto. Naturalmente addosso al bacarozzo! Ho sudato freddo immaginandolo in mezzo alle mie magliette, ma per fortuna l'ho visto sgattaiolare fuori, diretto questa volta sotto il letto della Mariam. La quale è rimasta giustamente indispettita e ha detto: "io vado a dormire a Brescia!".
Il nostro ha però spostato il letto fino a far uscire l'animale, che questa volta ha fatto l'errore di scappare in campo aperto, esponendosi così in modo inesorabile alla scarpa del giustiziere. Terminato! Spiaccicato.
Il tizio ha infine sentenziato che la bestia, il cui nome non ricordo, era del tutto harmless. OK, ma faceva schifo istess, come diciamo noiartri. Fine della giornata, e finalmente si va a nanna. La Cris ha l'otite e quindi si spegne il condizionatore. Sigh.

"4 salti" in piscina: